Una Salernitana grandi firme

Lotito appoggia Mezzaroma e chiama il sindaco, mentre spunta pure Lo Monaco

Gruppo MezzaromaSette plichi sul tavolo del sindaco testimoniano un forte interesse per la nascita della nuova Salernitana. Nella serata di ieri, Vincenzo De Luca è rientrato da Roma e oggi comincerà a esaminare le documentazioni per verificare corrispondenza coi 5 punti indicati nell’avviso pubblico. Il sindaco si esprimerà dopo un controllo incrociato delle referenze, forse entro domani.

La telefonata Poco prima della presentazione del plico della Morgenstern, una delle società che fanno capo a Gianni Mezzaroma, De Luca è stato contattato telefonicamente da Claudio Lotito. «Mi è stata chiesta collaborazione per rilanciare la Salernitana — ha detto il presidente della Lazio —, non mi sono tirato indietro. In una città di grande spessore, anche il calcio deve avere un’importante dimensione. Il progetto è un ponte proiettato verso il futuro ». Dovesse essere prescelta la Morgenstern, Lotito sosterrebbe l’operato di Gianni Mezzaroma, suo suocero. La presidenza potrebbe essere affidata a Marco Mezzaroma, figlio di Gianni e marito del ministro Mara Carfagna.

La sorpresa C’è stata anche la consegna del plico inviato da Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, originario di Torre Annunziata. Nell’organigramma figurano Nicola Salerno d.g. (ma lo cercano altre società), Salvatore Monaco d.s.,Gaetano Zeoli responsabile del settore giovanile. Ha detto Lo Monaco: «Il progetto è molto forte, vorrei portare in alto questo club quanto prima possibile, sfruttando anche le professionalità che ci sono state in città in questi anni. In luoghi come Salerno si può fare grande calcio». Ed è spuntato pure Montervino: il centrocampista era al fianco di Dario Boldoni, ex cognato di Corrado Ferlaino, nel presentare la richiesta di Francesco Agnello. «In futuro,Montervino sarà un ottimo dirigente — sostiene Boldoni —. Dovrà essere importante anche quello della Salernitana. Al di là di chi sarà prescelto, auguro una pronta risalita. Il cammino ideale è un paio di categorie da scalare, subito quindi un triennio per stabilizzarsi in alto. Tutto all’insegna della serietà».

Le altre domande Il primo plico consegnato è stato quello di Salvatore Bizzarro, ex presidente del Marcianise. L’ultimo, poco prima dello scadere dei termini, di Renato Santese, ex della Battipagliese. In mezzo Giovanni Lombardi, disponibile già prima del bando, e il gruppo Scariati di Capaccio che aveva incontrato Antonio Lombardi il giorno prima che la Salernitana Calcio si arrendesse.

FONTE : gazzetta dello sport del 20/07/2011

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti