Salernitana in bilico «Iscriversi, obbligo morale di Lombardi»

Il d.s. Salerno «Sarebbe un atto di riconoscenza verso i tifosi e i giocatori»

0-45-300x200Fuori dalla Prima divisione, come previsto. Ma la Salernitana ha una flebile speranza per evitare di scivolare tra i dilettanti. Tutto dipende da Antonio Lombardi. Vuole cedere la società, ma prima deve garantirle un futuro in Prima divisione. E allora ha solo quattro giorni di tempo, weekend compreso, per reperire fondi e assolvere, dopo la ricapitalizzazione, ad impegni contrattuali e previdenziali non rispettati negli ultimi otto mesi. Ce la farà, non ce la farà?

Scettici Il «partito degli scettici », che s’infoltisce giorno dopo giorno, ritiene inevitabile ripartire dalla D (pur non essendone certa l’assegnazione) ed è già scattata l’attesa per il dopo Lombardi.C’è anche chi propende per uno scatto di reni di Lombardi prima del suo addio. A luglio dello scorso anno, dopo l’iscrizione in extremis, si era dimesso da presidente restando unico azionista della società. «Spero che Lombardi perfezioni l’iscrizione—afferma il d.s. Nicola Salerno —. È un atto di riconoscenza verso i giocatori ed i tifosi che hanno contribuito a far grande l’ultima stagione».

Le rivelazioni del d.s In attesa di novità, Salerno rivela: «Per un po’, dopo i playoff, ho tenuto unito il gruppo pensando di ripartire assieme. Ma coi tempi lunghi è normale che chi non ha percepito stipendi preferisca società senza questi problemi. A noi quest’anno ne sono successe di tutti i colori». Penalizzazioni salite da 2 a 5 punti (nell’eventuale prossima stagione saranno di più), le 6mensilità non corrisposte, i giocatori emarginati e reintegrati nel finale di stagione, i mugugni dei mai utilizzati. In più trattive per la cessione della società mai decollate (Meleam, Casale), farsesche (Calà) o interrotte sul traguardo (Cesarano).

fonte: gazzetta dello sport del 09/07/2011

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti