I giocatori sbalorditi, Lombardi introvabile

Lacrime e rabbia per tutta Salerno

Il d.g. Salerno: «Non meritavamo questa fine»

Antonio-LombardiCentralino della sede sociale in tilt, sin dal primo pomeriggio. C’era già stata la resa di Lombardi, non essendo riuscito a reperire il contante per la ricapitalizzazione, ma ancora non si era diffusa la notizia della rinuncia al ricorso. I giocatori chiamavano per avere notizie e restavano impietriti nell’ascoltare: «niente da fare ». Sono scappate anche le lacrime. «Sono triste — dice il centrocampista Carcuro —. Ho sperato sino all’ultimo che i problemi potessero essere risolti. Avrei voluto riprovare a vincere il campionato con la Salernitana». Un augurio lo lancia Carrus, passato al Frosinone appena scaduto il contratto con la Salernitana: «Non potevo

rischiare di giocare un’altra stagione gratis. Mi resta l’affetto dei sostenitori e spero che presto tornino a gioire ». Duro l’ormai ex d.s. Salerno: «Non è fregato niente a nessuno che la Salernitana stesse avviandosi al fallimento. È stata abbandonata al suo destino, nessuno ha mosso un dito. I tifosi e la città non lo meritavano, ma sono convinto che in due-tre anni la nuova Salernitana tornerà in auge».

Nuovo flop È la quarta volta che una Salernitana sparisce dal calcio per crisi finanziaria. L’U.S.Salernitana nel ’22 rinunciò alla Prima Divisione (la A di allora) e rimase ferma un anno; nuova rinuncia nel ’25 e due anni di inattività.Nel luglio ’95 la Figc escluse dal calcio professionistico la Salernitana Sport poi dichiarata fallita. Lunedì toccherà alla Salernitana Calcio. «La situazione era difficilissima—dice il d.g. Loschiavo — ed i numeri impietosi, eppure è stato fatto il massimo. Sono state reali le trattative prima con Casale, poi con Cesarano».

Il futuro Quando fra 6 giorni sarà fuori dal calcio professionistico, la Salernitana Calcio perderà il parco giocatori. Saranno liberi di accasarsi i 15 sotto contratto (stipendi comunque garantiti dal fondo di garanzia), gli 8 rientrati dai prestiti e il centinaio di tesserati del settore giovanile. Partirà da zero e dalla D la nuova società che potrà chiamarsi Salernitana, indossare la maglia granata ed avere come logo il cavalluccio marino solo se Lombardi ne cederà la titolarità

fonte : gazzetta dello sport del 13/07/2011 di Giovanni Vitale

01copsal[0][0]_Public_Giornali_1230_0_500_0

 

copertina_lacitta_salerno_w510

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti