Cesarano riflette , Lombardi aspetta ma nessuno paga

Ricapitalizzazione, oggi scade il termine per adeguare il capitale della società

cesarano lombardiNessun incontro ma un costante contatto telefonico tra Antonio Lombardi ed Arturo Oreste Cesarano, venditore e possibile acquirente di una Salernitana che ha pochi giorni di tempo per evitare la bocciatura della Co.Vi.Soc. Nessuna decisione è stata ancora presa perché l'imprenditore di Pompei, impegnato ieri per tutta la giornata a Roma, si è concesso qualche ora di tempo per valutare altri documenti che, nell'incontro di lunedì sera, aveva chiesto alla controparte. In giornata, però, è attesa la risposta di Cesarano. Anche perché oggi c'è un'altra scadenza importante. Quella legata alla ricapitalizzazione (2,5 milioni di euro circa) da effettuare per non incrementare, in caso di partecipazione al prossimo campionato, i punti di penalizzazione. Se non sarà fatta ci saranno altri sei giorni di tempo per mettersi in regola ed evitare la definitiva bocciatura. Ma tra i dirigenti granata c'è un cauto ottimismo. La pausa di riflessione è servita a Cesarano, ed ai suoi più stretti collaboratori, a valutare con esattezza i crediti certi vantati dalla Salernitana, ma anche il parco calciatori attualmente a disposizione. Riflessioni inevitabili alla luce dell'entità dell'investimento da effettuare. In caso di risposta positiva, Cesarano potrebbe già oggi incontrare Lombardi per siglare la scrittura privata dell'atto di compravendita delle quote azionarie della Salernitana. Con la scrittura privata ci sarebbe il primo versamento di circa 2,5 milioni di euro che servirà ad effettuare la ricapitalizzatone. Ieri sera Cesarano, di ritorno da Roma, si è pure incontrato con il suo legale, Alfonso Mandara, per fare il punto della situazione e soprattutto studiare altri documenti che, in giornata, l'amministratore unico della Salernitana. Sono altri piccoli, importanti segnali che inducono ad un cauto ottimismo. «Dopo tutto se Cesarano non era intenzionato si sarebbe già tirato indietro un'ora dopo l'inizio della riunione», hanno puntualizzato sia Loschiavo che il commercialista Sanges, entrambi consapevoli che il futuro del club granata è legato a filo doppio al positivo esito di questa trattativa. Un'operazione piuttosto onerosa ma Cesarano e Lombardi hanno trovato un'intesa ritenuta ”soddisfacente” da entrambe le parti. Se inizialmente l'imprenditore nautico aveva proposto a Lombardi di subentrare al 70% nella gestione della Salernitana

continua a leggere l’articolo su ilmattino.it 

fonte : ilmattino.it del 06/07/2011

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti