Salernitana, ancora tutto in alto mare

logosalernitanaminGira e rigira è lo stesso film. Lo stesso copione. Forse non vorrebbe neanche la pena di togliere il tappo dalla penna o, visti i tempi, accendere il computer per scrivere. La svolta societaria è annunciata da giorni da Loschiavo (ieri a pranzo con Nicola Salerno e Giuffrida, procuratore di Pepe e Iuliano ndr) e Bruno ma anche dallo stesso Antonio Lombardi. Così come da giorni è annunciata l’imminente convocazione dell’assemblea dei soci. Ma di nomi, di certezze, di date neanche a parlarne. Deduzioni ricavate da spifferi. Rumors.... “L’assemblea sarà convocata per il 31 marzo, c’è la semestrale da approvvare”. Vero com’è anche vero, come ha sottolineato il consulente fiscale del club Fogliamanzillo, che quasi certamente saranno convocate due assemblee: una per approvare la semestrale (basta l’ok dell’amministratore unico), l’altra per l’eventuale, ma a questo punto improrogabile, ricapitalizzazione. Quest’ultima potrebbe svogersi ad inizio aprile ma Loschiavo vorrebbe fissarla per fine mese. Su quest’aspetto sembra non esserci perfetta unità d’intenti con Lombardi. Il patron sta lavorando anche su u’ altra trattativa. Elemento che non va sottovalutato e non si tratta solotanto della cordata vallese che è il disperato appiglio nel caso sfumasse tutto.

La sensazione è che in questo momento si stia giocando una partita a poker. Considerazioni avallate dalle dichiarazioni rilasciate ieri da papà Pietro Lombardi. “Ancora non si è conclusa ma spero che almeno una di queste trattative vada in porto. Sono essenzialmente due o meglio tre ma gli amici di Vallo sono, in questo momento, in seconda battuta. Chi farà prima rileverà il club”. Loschiavo e Bruno, altro elemento cardine della trattativa, sono certi che l’unica operazione in atto per l’acquisizione del club granata sia quella portata avanti da loro. E se Lombardi, come un abile giocatore di poker, bleffasse clamorosamente? Le dichiarazioni del papà fanno intendere che qualcosa bolle in pentola. Pochi gli elementi che si conoscono del gruppo contattato da Loschiavo. Non hanno mai fatto calcio ed entreranno in pista attraverso una finanziaria. “Milanese - assicura un legale di un tesserato granata”. Il silenzio alimenta le voci più disparate: “Si tratterà di una nuova cessione fittizia - afferma convinto un altro addetto ai lavori”. Ma il tempo stringe è la partita va chiusa entro l’inizio di aprile per dare un futuro alla Salernitana. La promozione in serie B vale sette milioni di euro. Un bel piatto sul tavolo da poker che potrebbe ingolosire anche il più disperato dei giocatori. Lombardi, in un certo senso lo è, e chissà che non voglia rilanciare con l’ultima fiches a disposizione e gridare: “Banco”. Buona fortuna...

Fonte: Giuseppe D'alto - Roma - Cronache di Salerno

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti