Grazie a Lombardi il granata è il colore della vergogna

di Tommaso D'Angelo

vergogna31 Si fosse giocato al Vestuti negli anni della recessione granata, tra la metà degli anni 70, fino all'avvento di Soglia, il coro dalle tribune sarebbe stato unanime: ci vogliono 7 giocatori e l'allenatore. Quel clima di recessione si respirava ieri sera all'Arrechi, all’esordio dei granata in Coppa Italia, così come rimbombava nell’aria quel coro. Forse 7 giocatori no, qualcuno in più senz’altro.

Lo spettacolo è stato decisamente indecoroso, vergognoso, per una società appena retrocessa con quasi tutte le partite perse. Gli unici a salvarsi i soliti giovani della Primavera, tanto bistrattati l’anno passato. Tutto nella norma, compresa l’assenza di Peccarisi per un mal di testa. Polito, Montervino e Fava sono una palla al piede in tutti i sensi, Merino gioca a scatti ma da solo. Nè, per onestà, si intravede la mano di Breda, costretto a giocare con un modulo a lui non gradito ma a corto di idee. C’è poco da dire, come lo scorso anno mancano i giocatori. Inutile illudersi, inutile sperare e dire siamo alla prima partita. Per favore, accogliete questo campanello d’allarme, non tanto per la sconfitta ma per come è maturata. Un esempio: il ds Salerno prende il terzino Legittimo, sicuramente più scarso di Agresta e Pippa che sono in organico. Difficile spiegarsi i motivi dell’operazione, forse per fare un piacere al potente Corvino ds della Fiorentina (il figlio è il procuratore del leccese), ma sinceramente è poca roba. Né si possono invocare le assenze di Murolo e Montella, poca roba. Possiamo ancora andare avanti con Salerno? Poca roba. E Lombardi? Poca roba, verrebbe spontanea la battuta. Sicuramente gli saranno fischiate le orecchie per la contestazione, i tifosi gli hanno dedicato il primo coro stagionale. Dicevamo: e Lombardi? Ha l’obbligo morale di fare una squadra decente, si è chiusa una stagione perdendo e si apre la nuova con lo stesso refrain. La gente è esasperata, c’è chi diserta ma c’è chi non ne può della pochezza della Salernitana, il dover mangiare la polvere degli avversari per colpa di un presidente sprovveduto e di collaboratori di terza categoria. Basta, è giunta l’ora di voltare pagina. Invece di fuggire davanti alle proprie responsabilità Lombardi faccia qualcosa, se è capace di farla, siamo ad agosto e non c’è uno straccio di squadra che possa rimarginare le profonde ferite dell’anno passato. Che vergogna, che tristezza.

 

fonte cronachesalerno.it

4 commenti:

giuseppe ha detto...

Lombardi vendi la salernitana !! il calcio non è cosa tua !!!

Anonimo ha detto...

quest'anno sarà peggio del precedente! se teniamo conto che vanno a Gibilterra a fare le fideiussioni senza tenere conto che in attacco abbiamo Montalto e Montella 2 attaccanti scarsi per la c2 !

nicola remore ha detto...

di cosa ci meravigliamo ??? Lombardi è rimasto solo per fare la lotta al sindaco !!

Anonimo ha detto...

che tristezza

Posta un commento

Flash News

Post recenti