Ecco i favoriti nella corsa alla B

Cremonese e Verona sono reduci dal ko nei playoff, il Sud lancia Benevento, Cosenza e Taranto

 a Molto strana questa Prima divisione. Strano il girone A che dal Nord scende (passando da Gubbio) fino in Campania, e soprattutto il girone B, che da Lucca arriva fino in Sicilia. Valori tecnici e ambientali che s’intrecciano, sfide inedite, confronti curiosi. In più, c’è l’ondata di squadre salite dalla Seconda divisione (14, tra promosse e ripescate) contro una sola (la Salernitana) scesa dalla B. Se aggiungi che il calciomercato non è stato (per ora) di quelli pirotecnici, un po’ per la crisi economica e un po’ per le nuove norme sui giovani (almeno otto tesserati dal 1987 in poi, sempre almeno due ’89 in campo, altrimenti niente contributi), si può dire che si va incontro a uno dei tornei più incerti di sempre.

Girone A Cremonese e Verona su tutti: le finaliste deluse degli ultimi playoff si ritrovano affiancate e affrancate, con la delusione (quasi) alle spalle e un briciolo di ottimismo già nel serbatoio. Poi c’è il b ritrovato Spezia, che parte molto carico. Può far bene anche la Spal, oltre alla Reggiana, mentre il Lumezzane si candida al ruolo di sorpresa. Da non sottovalutare la Salernitana, ricostruita sulle macerie.

Girone B Il Sud piazza tre corazzate come Taranto, Benevento e Cosenza davanti a  tutti: i loro organici sono di alto livello. Poi ci sono le redivive Pisa e Lucchese, quindi l’ambizioso Atletico Roma, ex Cisco. Attenzione alle rossonere Lanciano e Nocerina, per non parlare del Foggia: l’effetto Zeman può produrre effetti di ogni tipo, nel bene e nel male.

fonte gazzetta dello sport del 21/08/2010

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti