Ecco Breda atto terzo

Ieri il tecnico in società, domani la firma e la presentazione: «Punteremo sul 4-3-3»

breda Nel segno di Roberto Breda il primo atto della nuova stagione della Salernitana. Incontro mattutino coi dirigenti granata: c’era anche Antonio Lombardi, ormai ex presidente, ma pur sempre il patron della società. Sono stati esaminati aspetti organizzativi e logistici, non solo legati al ritiro precampionato. Si è anche parlato di mercato (il primo volto nuovo potrebbe essere Murolo, ex difensore del Marcianise), quindi appuntamento a domani mattina per la firma del contratto. Nel pomeriggio la conferenza stampa per la presentazione dell’allenatore e del nuovo organigramma societario. Sempre domani cominceranno le visite mediche dei giocatori sotto contratto ed è stata fissata per martedì pomeriggio la partenza per il ritiro di Camigliatello Silano.

Le idee «Pensavo di stare fermo per un po’. Ho detto no a un paio di società, ma non potevo agire allo stesso modo con la Salernitana. La squadra e la città sono parte di me». Breda ha ripetuto ieri ai dirigenti granata quanto espresso un mese fa dopo la chiamata di Nicola Salerno. Ha intenzione di impostare una Salernitana a trazione anteriore, sulla scia del 4-3-3 di Delio Rossi, l’allenatore con cui ha legato meglio. «Ritengo sia il modulo che può dare maggiori soddisfazioni — ha spiegato durante l’incontro coi dirigenti —. Con la Reggina non ho modificato il 4-4-2, non c’era tempo per nuove soluzioni e bisognava salvare la stagione».

La carriera A Salerno Breda ha giocato per 8 stagioni: promozioni in B (1993-94) e in A (1998-99), primatista di presenze (233) sino allo scorso aprile quando è stato superato da Luca Fusco (235). Con la Salernitana anche la prima esperienza da allenatore, la Berretti della 2005-06. L’anno dopo è diventato assessore comunale allo sport per ritornare nel 2008 al calcio con la Primavera della Reggina.

fonte gazzetta dello sport

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti