La Salernitana diventa un affare

lombardi salernitana L’operazione è complessa, l’idea generale sarebbe cedere il marketing e il merchandising

Tra domani e sabato il presidente Lombardi avrà risposte dall’imprenditore laziale disposto ad entrare in società
di Franco Esposito

SALERNO - Cessione di una parte delle attività societarie, come il marketing ed il mer­chandising: sarebbe questo uno dei punti dell'accordo che Lom­bardi potrebbe chiudere con l'imprenditore laziale disposto a dargli una mano nella Salerni­tana. Si tratterebbe di un'opera­zione complessa, che non si ri­durrebbe o meglio non consiste­rebbe soltanto nella cessione di una parte delle quote azionarie. Tra domani e sabato Lombardi dovrebbe avere una risposta in quanto l'imprenditore laziale sta verificando la bancabilità, come si dice in gergo bancario, del progetto. Il tempo, ovviamente, stringe.
REPLICA
- Intanto Lombardi re­plica al sindaco di Salerno, De Luca, con una nota pubblicata ieri sul sito web del club grana­ta. Secondo il presidente della Salernitana quelle del primo cit­tadino sono dichiarazioni ««de­cisamente fuori luogo in un mo­mento in cui occorrerebbe ri­fuggere da impeti demagogici e dedicarsi, con maggiore atten­zione ed un minimo di docu­mentazione, alla complessa re­altà che in questo momento af­fligge la Salernitana » » . Per Lombardi quello di De Luca sa­rebbe « un tentativo, si spera in­volontario, di sobillare la tifose­ria » . Secondo il massimo diri­gente il sindaco di Salerno, pro­prio per il ruolo che riveste, do­vrebbe avere « un accostamento più prudente alle problematiche del club » , proponendo magari
« un confronto, anche pubblico, al quale la proprietà della so­cietà dichiara da subito di ade­rire con la massima soddisfazio­ne »
.
Lombardi ribadisce come

«l'interesse generale prioritario è la continuità di una squadra e della passione che l'accompa­gna. Ad esso lavora costante­mente la proprietà della socie­tà, le cui attuali difficoltà vanno in ogni caso contestualizzate nel più vasto ed allarmante pa­norama nazionale »
. De Luca ha ancora una volta chiesto alla Sa­lernitana di pagare la somma dovuta per il fitto dell'Arechi. Per Lombardi « al di là del far­sesco balletto di cifre sul credi­to vantato nei confronti della so­cietà, la Salernitana ha sempre inteso interpretare con rispetto le direttive impartite nelle co­municazioni ufficiali emanate dall'ente, mai abbandonandosi ad elemosinare corsie preferen­ziali » . Infine il presidente gra­nata ribadisce « la disponibilità ad aprire un confronto con il sindaco, purché impostato su basi che garantiscano la corret­tezza del rapporto, necessaria per una corretta informazione».
SQUADRA
- Intanto il diesse Sa­lerno sta lavorando alla questio­ne liberatorie. Oggi e domani il direttore sportivo granata in­contrerà molti calciatori. Nel frattempo Salerno sta pensando anche al futuro: quasi certa­mente, in particolare se l'im­prenditore laziale affiancherà Lombardi e dunque si potrà pro­grammare una stagione più am­biziosa, il diesse sarà lui, con Loschiavo nel ruolo di direttore generale.
Per l'allenatore si sta pensan­do ad uno tra Moriero e Grassa­donia, con quest'ultimo che ha dato la sua disponibilità a torna­re alla Salernitana. Molti dei giovani lanciati in questo finale di campionato saranno trattenu­ti e si punterà su altri giovani promettenti. Non a caso Grassa­donia sta seguendo la fase fina­le del campionato Primavera.

fonte corrieredellosport.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti