Salernitana, caccia alle risorse

LOMBARDI PRESIDENTE SALERNITANA La società ha chiesto la rateizzazione del debito Irpef, oggi Lombardi sarà a Roma per un vertice.

Il presidente lavora su più fronti in attesa di mettere nero su bianco il futuro anche economico dei granata.


di Franco Esposito

SALERNO - La Salernitana ha chiesto ieri all'Agenzia delle En­trate la rateizzazione del debito Irpef con il Fisco, che per il 2009 ammonta a circa 650mila euro, da estinguere in cinque anni con venti rate trimestrali. Si tratta di uno scoglio importante da supe­rare ai fini dell'iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione in quanto i debiti era­riali rientrano nel rapporto In­debitamento/ Ricavi che deve es­sere rispettato così come preve­de la Covisoc. Tra una settimana dovrebbe esserci la risposta del­l'Agenzia delle Entrate. Alla Sa­lernitana occorrono complessi­vamente due milioni e mezzo di euro per rispettare i parametri PA/PD fissati dalla Covisoc per l'iscrizione al campionato.

SOCIETA'
- Contemporaneamen­te Lombardi lavora per rafforza­re la società e trovare risorse per fronteggiare la crisi di liquidità. Oggi pomeriggio il presidente granata incontrerà a Roma il rappresentante della società la­ziale impegnata in vari settori ed interessata ad affiancarlo nella Salernitana. L'ipotesi è quella di cedere il 50% del pacchetto azio­nario del club, con un patto so­ciale che stabilisca l'alternanza della presidenza.
Sempre oggi si parlerà anche di Roberto Merino, che potreb­be finire ad Abu Dhabi, all'Al-Ja­zira, se Lombardi riuscirà a sta­bilire rapporti d'affari, tramite questa società laziale ed un ma­nager somalo, con lo sceicco Mansour, patron del club Al-Ja­zira e del Manchester City. L'of­ferta per il peruviano sarebbe notevole. Merino dice che il suo attuale agente è Fabbri, ma la Rogon, che lo ha portato in Italia, vuole vederci chiaro.

CONFUSIONE
- Lo scenario socie­tario, insomma, è ancora tutto da definire. Intanto direttori sporti­vi ed allenatori si propongono a Lombardi, qualcuno dicendo di portare in dote anche imprendi­tori disposti ad entrare nella Sa­lernitana. Il presidente granata ha più volte detto di voler assicu­rare un futuro migliore alla so­cietà, ma proprio per questo è necessario che la Salernitana si avvalga di dirigenti e tecnici esperti e di spessore, evitando così gli errori commessi que­st'anno soprattutto nella fase ini­ziale della stagione. Chi si pro­pone non può certo considerare la Salernitana una sorta di Bor­gorosso, con tutto il rispetto per il club reso celebre da Alberto Sordi.
A Lombardi non mancherà l'in­tuito per selezionare e per sce­gliere i futuri dirigenti ed il futu­ro allenatore. Peraltro, pur tra mille difficoltà, Nicola Salerno ha lavorato discretamente ed Antonio Loschiavo sarebbe un buon direttore generale. Il ri­schio, se non si porrà un freno a tutte queste voci, è quello di una confusione enorme, dove tutti sono autorizzati a sentirsi (ed a dichiarare di essere) ad un pas­so dalla Salernitana.

fonte corrieredellosport.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti