Lettera del Presidente

lunedì 18 gennaio 2010

ImageCari tifosi,
indirizzo a voi questa lettera per rendere onore all’attaccamento dimostrato in ogni occasione alla maglia granata nonostante, settimana dopo settimana, i risultati di un campionato finora negativo oltre ogni previsione stessero mettendo a dura prova anche la passione dei supporters più accesi.

Nel ritenervi interlocutori diretti accetto e rispetto le critiche da voi mosse alla società allo stesso modo in cui, in un recente passato, ho accettato con gioia ed orgoglio le vostre esaltazioni.

Con questa lettera intendo anche però fare chiarezza su alcuni aspetti fondamentali nell’analisi di questa stagione. E per farlo intendo partire dall’incontro pubblico del giugno scorso al Grand Hotel: in quell’occasione fu chiarito che, venuti meno i presupposti essenziali per realizzare il progetto tecnico di medio-lungo termine che avevamo originariamente pianificato, la gestione societaria delle stagioni successive si sarebbe dovuta basare innanzitutto su un sopportabile rapporto costi/ricavi. A salvezza acquisita e dovendo programmare con la consapevolezza che non si sarebbero realizzate le entrate su cui avevamo puntato, la strada per non ridurre la Salernitana Calcio 1919 S.p.A. sull’orlo del fallimento appariva obbligata. La società allora virò, cambiò uomini e strategie cercando di raggiungere l’obiettivo di costruzione di una rosa competitiva per l'imminente campionato unitamente al conseguimento della sempre difficile quadratura dei conti. L’iscrizione ed il superamento di tutte le verifiche delle società di controllo dimostrarono che il secondo obiettivo fu raggiunto e non certo attraverso l’utilizzo dei mezzucci che una delle componenti dell’ambiente granata cerca di accreditare: la Salernitana contrattualizza i sui tesserati nel rispetto delle norme vigenti.

Con le lacune tecniche il campionato mise, però, a nudo gli sbagli commessi in sede di allestimento dell’organico. Non risparmiandosi, più volte la società ha cercato di porre rimedio cambiando finanche le figure apicali dell’organizzazione tecnica, inserendo nuovi calciatori. Ancora oggi, nonostante la salvezza sia una speranza oramai di pochi nell’ambiente granata, con il Direttore sportivo Salerno stiamo cercando di portare in Salernitana i rinforzi necessari e giusti. Compito non facile perché, ancora, alle esigenze tecniche deve corrispondere anche quella di non indebitare ulteriormente la società.

A voi tifosi dico che contestare le scelte della società è legittimo quanto incitare la squadra nei 90 minuti di gara. Chi oggi veste la maglia granata dimostra, con sudore e sacrificio, tutto l’attaccamento alla Salernitana ed alla categoria.
A voi tifosi chiedo di non mollare, di continuare a sostenere la Salernitana fino al termine del campionato perché sono convinto che il destino di questa stagione non è ancora segnato e che, partita dopo partita, possiamo realizzare quell’impresa sportiva chiamata salvezza. Insieme.

Con stima,
Antonio Lombardi

fonte www.salernitana1919.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti