Grassadonia e’ il 12esimo allenatore sulla panchina della Salernitana

gras--140x180 Tanto per cambiare,  la panchina di Marco Cari dura appena sette partite.

Una vittoria,  quella con il Crotone,  due pareggi e quattro sconfitte,  questo il bilancio del tecnico di Ciampino,  voluto da Acri su consiglio del solito Zavaglia.

Gianluca Grassadonia,  chiamato al capezzale della Salernitana,  stava svolgendo un ottimo lavoro alla guida della Primavera,  unico raggio di luce in un cielo tenebroso.

All’ex difensore del Cagliari e della Salernitana,  Lombardi e Salerno,  affidano le sorti della prima squadra,  rappresentando il 12°allenatore dell’era Lombardi,  il terzo stagionale,  ennesimo capro espiatorio di una gestione tecnica e societaria,  dilettantistica.

Nicola Salerno,  che da tempo aveva gia’ fatto le valigie a Cari,  al momento del proprio arrivo a Salerno,  ha dovuto far di necessita’ virtu’, parsimoniando le residue risorse finanziarie da devolvere all’eventuale campagna acquisti di Gennaio,  assunto da tutti come il mese della resurrezione.

Qualcuno tuttavia dimentica che fino al momento del rederationem,  ci sono ancora 8 incontri da disputare ed almeno una quindicina di punti da conquistare per sperare nel miracolo salvezza.

Ma tant’e',  a Salerno e’ di moda la politica del sopravvivere giorno dopo giorno,  sperando nella provvidenza.

 

FONTE : vocesport.com

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti