Non c'è pace per Lombardi: anche Cardinale fa causa alla società

5F6D4949-A04F-B984-C600F26B9C90EAA8 Dopo i vari Ganci, Iunco, Mutti, Castori, anche Roberto Cardinale, ex difensore granata attualmente al Potenza, ha intenzione di presentare vertenza contro la Salernitana per il mancato pagamento di alcuni emolumenti.

E’ lo stesso centrale ad annunciarlo: «Finora ci sono andato con i piedi di piombo anche per tutelare la squadra ed i tifosi che ancora mi vogliono bene. Ora però ho deciso di fare sul serio e di fare tutto il necessario per tutelare i miei interessi. L’ultima volta che ho parlato con i dirigenti granata mi dissero che alle scadenze dovute avrebbero rispettato gli accordi -spiega Cardinale- ma finora non  c’è stato niente. Fatto sta che io ad oggi non ho ancora percepito le mie spettanze».
L’amarezza del difensore Delle cifre Cardinale non vuole parlare: «Non mi sembra corretto. Io però voglio ciò che mi spetta». Il racconto del difensore è un misto di rabbia ed amarezza: «La scorsa stagione ci accordammo per un biennale, poi il giorno seguente mi proposero un contratto di un solo anno. Io dapprima rifiutai, poi, visto che amo Salerno e penso di averlo dimostrato in questi dieci anni, decisi  di accettare con al promessa che me lo avrebbero prolungato. A metà stagione -continua il centrale- mi rimandarono a fine anno, spiegandomi che a salvezza acquisita mi avrebbero sistemato. Niente, un’altra presa in giro. Dopo essermi sposato non si è fatto più sentire nessuno, nè tantomeno qualcuno mi ha mai risposto al telefono. Non c’è cosa più brutta di non essere risposti al telefono, è una vergogna. Non c’è riconoscenza». Alla fine è stato lo stesso Cardinale a decidere di rompere gli indugi: «Sono dovuto andare io in sede ad appurare che non sarei stato riconfermato. Sia chiaro però -precisa il difensore- che non parlo ora perchè voglio buttare benzina sul fuoco».
Il saluto ai tifosi Cardinale infatti avrebbe deciso di compiere questo passo anche se la Salernitana avesse occupato la prima posizione: «Anzi ho aspettato qualche mese per amore di Salerno. Togliendomi questa piazza è come se mi avessero tolto uno di famiglia. Ancora oggi mi vogliono bene tutti. Anzi colgo l’occasione per salutare la tifoseria -dice Cardinale- non ho avuto modo di farlo perchè sono andato via in punta di piedi. Mi dispiace per la situazione ma non dipende nè da loro, nè dalla squadra... ».

fonte cronachesalerno.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti