Salvioni ride, Brini urla di rabbia

Un gol per tempo, prima Colacone, poi Zavagno. Machado, poco al debutto

Ancona-Salernitana 2-0
ANCONA (4-4-2): Da Costa 6; Milani 6 Co­senza 6 Cristante 6,5 Zavagno 6,5; Surraco 6 Catinali 6 De Falco 6 Miramontes 6; Co­lacone 7 (42' st Mirchev sv) Mastronunzio 6. A disp.: Schena, Pisacane, Schiattarella, Mustacchio, Camillucci, Gerardi. All.: Sal­vioni
6,5 Fuorigioco fatti: 2 Falli commessi: 15 SALERNITANA (4-2-3-1): Polito 6; Kyriazis 4,5 (13' st Orlando 6) Fusco 5 Stendardo 6 Galasso 6; Soligo 6 Pestrin 6; Statella 5,5 (13' st Machado 6) Soddimo 5,5 (26' st Fer­raro 6) V. Pepe 6; Caputo 5. A disp.: Iuliano, Bastrini, Russo, Tricarico. All.: Brini 5 Fuorigioco fatti: 2 Falli commessi: 16 ARBITRO: Doveri di Roma 6 Guardalinee: Rosi e Chiocchi.
Quarto uomo: Costantini.
MARCATORI: 35' pt Colacone, 49' st Zava­gno.
AMMONITI: Cosenza (A), Soddimo (S), Ca­tinali (A), Polito (S), Orlando (S), Fusco (S), Stendardo (S), Soligo (S) e Surraco (A) per gioco falloso.
NOTE: spettatori 5.000, con 200 tifosi del­la Salernitana: paganti 581 per un incasso di 9.708,00 euro, abbonati 4.014 (rateo di 14.326,24 euro). Angoli 7- 4 per l'Ancona. Rec.: pt 1', st 5'.

di Massimo Boccucci
ANCONA - Il temuto è Mastronunzio che fa solo da spauracchio, il risolutore è Colaco­ne che l'Ancona ha aspettato otto mesi l'an­no scorso prima di vederlo segnare un gol in campionato: stavolta se ne giova subito per rialzarsi dopo Lecce e per mettere in imba­razzo la Salernitana. L'attaccante è bravo a gestire il pallone e a coordinarsi dal limite per sferrare il destro decisivo, davanti a Fu­sco spettatore dopo che la combinazione con Zavagno aveva spiazzato Kyriazis. Il raddoppio di Zavagno allo scadere con una bella fuga in contropiede diventa il sigillo.
Difesa campana sotto accusa per la visi­bile fragilità, e non finisce qui perché Brini si sgola tutta la partita sperando di vedere i suoi fare qualcosa di meglio per innesca­re l'isolatissimo Caputo e poi per sfruttare il maggior peso offensivo con le sostituzio­ni.
Sono poca cosa un paio di spunti degni di nota, di Statella (14') e l'ex Soddimo (41'), perché prevalgono l'atteggiamento troppo compassato e un certo nervosismo. L'esor­dio di Machado, gli inserimenti di Orlando e Ferraro contribuiscono ad aumentare un po’ la spinta granata, che prova ad inqua­drare la porta ma non la trova. Dopo la mez­z'ora ecco la punizione di Miramontes dal li­mite (salva Polito in angolo), il tiro alto in corsa di Milani e Zavagno che chiude la par­tita.
(m.b./infopress)

fonte corrieredellosport.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti