Giannini rompe con il Gallipoli , «Le probabilità che io resti non mi sembrano molte. Il progetto non mi convince»

Novellino alla Reggina, domani l’annuncio ufficiale di Foti. Delio Rossi non chiude al Torino che ha il sì di.

Image_0 di Tullio Calzone e Antonio Imperiale
Per Walter Novellino (54) alla Reggina è una que­stione di ore. Domani, o al più tardi giovedì, il presiden­te Foti renderà ufficiale l’in­carico tecnico all’allenatore umbro a cui affiderà la mis­sion
di riportare la squadra calabrese in A. All’insegui­mento della sua quinta pro­mozione in carriera dopo quelle ottenute a Venezia, Napoli, Piacenza e Sampdo­ria, l’ex attaccante di Ascoli e Milan ha chiesto precise ga­ranzie al patron reggino. L’incontro annunciato per metà settimana collocherà al loro posto gli ultimi tasselli prima che il ritorno in cadet­teria a distanza di sei anni di Novellino diventi realtà.
TORO-ROSSI
- C'è un altro importantis­simo allena­tore che po­trebbe scen­dere in B:
Delio Rossi
(48).Vincito­re della Coppa Italia, l'al­lenatore ro­magnolo si è presa una pausa di ri­flessione do­po la giornata dell'addio al­la Lazio non semplice. Co­sicché anche l'incontro fissato a Roma con il presidente Cairo è slittato. Le parti hanno preferito un colloquio telefonico prelimi­nare, anche se l’allenatore ha tutt’altro che chiuso la porta a una possibile soluzione po­sitiva della trattativa. Il Tori­no, in ogni caso, ha già la di­sponibilità di Stefano Colan­tuono
(47), ma non sono ca­dute le candidature circolate in questi giorni: Andrea
Mandorlini
(48), Mario Be­retta (49), Serse Cosmi (50), Massimo Ficcadenti (46) e Franco Lerda (42). Intanto, Minotti sarà il nuovo ds del Modena.
EMERGENTI AL POTERE
- Sul giovane allenatore in finale dei play off con la Pro Patria, nel girone A di Prima Divi­sione c'è anche l'Ascoli che ha valutato nei giorni scorsi anche la possibilità di affi­darsi a Fabrzio Castori (54), seguito anche dal Sassuolo. Di certo il presidente Beni­gni vuole affidarsi ad un emergente, benché sotto contratto ci sia ancora Nello Di Costanzo (47), altro gio­vane rampante incappato in un’annata non positiva pro- prio in bianconero. Alessan­dro Pane (42) è l’altro tecni­co valutato non solo dai mar­chigiani. C’è l’Empoli sulle tracce dell’allenatore tripoli­no. Il Mantova attende il sì di Stefano Pioli (44) che è or­teggiato dal Vicenza. Il Pia­cenza valuta Alessandro Ca­lori (42).
FERMENTI GALLIPOLINI
- A proposito di emergenti ci so­no da registrare fermenti an­che a Gallipoli, dove non è detto che non bisognerà cer­carsi un nuovo tecnico (An­drea
Agostinelli
o Bruno Giordano?. Giuseppe Gian­nini (44) sembra, infatti, es­sersi stancato. «L'attesa si è fatta lunga - dice il Principe - Stiamo perdendo tempo. La B è un altro pianeta e il Gal­lipoli è da reinventare».
Sotto contratto ci sono solo 4 giocatori: Mounard, Di Gennaro, Gi­nestra e Rus­so. Per una rosa competi­tiva ne servo­no almeno 22. L'intera squadra è da costruire e lo stadio non esiste. La prospettiva di giocare a Lecce signifi­cherebbe pri­varsi del van­taggio am­bientale del 'Bianco'. «La Salernitana? - s’interroga Giannini - Anche se non do­vessi avere una squadra, io non firmerei mai per il Galli­poli solo per soldi. Il proble­ma non è economico ma or­ganizzativo. Molto dipende­rà dall’esito dell’incontro con Barba, ma ora non mi sem­brano molte le possibilità che io possa restare a Galli­poli ».
CAPITOLO SALERNITANA
- In realtà uno dei nomi associati alla panchina della Salerni­tana è proprio quello dell'ex capitano della Roma, soprat­tutto se i Murolo non doves­sero alla fine disimpegnarsi dall’impari società col presi­dente Lombardi. La ricapita­lizzazione necessaria per 3 milioni di euro per rientrare nei parametri Covisoc e il deferimento alla Disciplina­re per la mancata presenta­zione nei termini previsti dell’attestazione dei versa­menti Irpef, Enpals e Fondo fine carriera imporranno nuovi sacrifici. Che Salerni­tana sarà, dunque, la prossi­ma? Domani primi indizi al­la conferenza stampa annun­ciata dalla società.

fonte corrieredellosport.it pubblicato il 09/06/09 di Tullio Calzone e Antonio Imperiale

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti