Castori promuove due cause contro la Salernitana: vuole essere risarcito dei diritti d'immagine e reclama gli stipendi arretrati

Il primo al collegio arbitrale attraverso il quale ha chiesto che vengano onorate le spettanze dovute (il tecnico deve ricevere gli stipendi da febbraio fino al 30 giugno), l’altro in sede civile al Tribunale di Salerno dov’è stato presentato un decreto ingiuntivo per non aver rispettato i diritti d’immagine. Un’altra batosta per il patron che già deve fronteggiare le richieste di Mutti oltre allo spinoso caso Coppola.
La ricapitalizzazione Oggi Lombardi e Murolo definiranno la strategia da seguire. Il vice presidente ha affermato che non dovrebbero esserci grosse sorprese ma nella serata di ieri si era diffusa la notizia di una possibile richiesta di proroga all’otto luglio. Difficile immaginare una soluzione del genere vista la scadenza perentoria del 30 giugno per mettere i conti in regola ed iscrivere la squadra. Nelle more si provano ad insinuare vecchi e nuovi soggetti interessati alle vicede della Salernitana. Si parla di Casillo, qualche giorno fa la notizia fu rilanciata da Alfredo Pedullà in Sportitalia mercato (ma l'ex re del grano smentisce seccamente), ad una cordata salernitana che per il momento non vuole uscire allo scoperto. Amato ha deciso di rinviare a tempi migliori un suo eventuale impegno (magari come sponsor). Una cosa è certa, a meno di rinvii, oggi Lombardi e Murolo dovranno mettere mano al portafoglio e sborsare tre milioni di euro per dare un futuro più sereno alla Salernitana.

 

fonte cronachesalerno.it

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti