Vince la squadra più motivata, ma i risultati di Mantova e Rimini rinviano la festa dei granata

Il Bari cade, Salerno spera
Ganci-Scarpa-Di Napoli valgono quasi la salvezza diretta. Barreto spaventa e Ranocchia raddoppia


1 Salernitana-Bari
3-2
SALERNITANA (4-2-3-1): Pinna 5,5; Russo 5 Fusco 6 Kyriazis 5,5 Fatic 5,5; Soligo 6 Pe­strin 6; Scarpa 6,5 Merino 5,5 (12' st Fava 5) Iunco 6 (8' st Di Napoli 6); Ganci 6,5 (34' st Ledesma s.v.). A disp.: Berni, Tricarico, Car­dinale, Peccarisi. All.: Brini 6 Fuorigioco fatti: 2 Falli commessi: 13 BARI (4-4-2): Santoni 5; Galasso 6 (38' pt Bo­nomi 5,5) Masiello 5,5 Ranocchia 6 Parisi 5,5; Lanzafame 6,5 Gazzi 5,5 De Vezze 5,5 Guberti 5,5 (17' st Galano 5,5); Barreto 5 Ku­tuzov 4,5 (1' st Caputo 6). A disp.: Gillet, Bian­co, Colombo, Bellomo. All.: Conte A. 6 Fuorigioco fatti: 6 Falli commessi: 11 ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo 5,5 Guardalinee: Costa e Iannello Quarto uomo: Affinito MARCATORI: 4' pt Barreto (B), 25' pt Ganci (S), 22' st Scarpa (S), 30' st Di Napoli (S), 37' st Ranocchia (B) AMMONITI: De Vezze (B) e Fusco (S) per condotta scorretta NOTE: pomeriggio caldissimo. Spettatori: 22.711 per un incasso complessivo di 169.298,95 euro. Abbonati: 5.240 per una quota di 42.264 euro. Angoli: 9-2 per la Saler­nitana. Recupero: pt 2', st 0'. Prima della ga­ra è stato osservato un minuto di raccogli­mento in memoria di Aldo De Fazio, portie­re della Salernitana degli anni quaranta.

di Franco Esposito

 5

SALERNO - Vince la squadra più motivata, la Salernitana, che centra il terzo successo con­secutivo e si avvicina a grandi falcate verso la salvezza. Per sette minuti, a metà ripresa, i campani sono stati anche matematicamen­te salvi, poi i risultati di Modena e Rimini hanno rinviato tutto agli ultimi novanta minu­ti. Il Bari, già promosso, ha fatto quello che ha potuto: è 2 passato in vantaggio con Barreto, complice una clamorosa ingenuità di Pinna, ha chiuso il primo tempo in parità e, sul 3­1 per la Salernitana, ha accorciato le distanze con Ranocchia. Ma le maggiori motivazioni erano tutte dalla parte granata e si è visto. Il gran caldo ha fatto la sua parte: ritmo blan­do, molti errori e gara a tratti soporifera no­nostante i cinque gol. 3 Alla fine hanno festeg­giato tutti sugli spalti, salernitani e baresi uniti peraltro da un antico e solido gemellag­gio. C'erano oltre ventiduemila spettatori, re­cord stagionale di presenze per l'Arechi.
Bari senza Stellini, con Masiello centrale e Galasso a sinistra. Salernitana con la stessa formazione che aveva vinto ad Ascoli. Tre minuti e Santoni alza oltre la 9 traversa un de­stro di Pestrin dal limite. A sorpresa, però, passa il Bari: traversone di Galasso, Pinna esce a vuoto, Barreto si ritrova il pallone tra i piedi e insacca (4'). Per il brasiliano, che ha raggiunto Tavano in vetta alla classifica dei marcatori, è il ventiduesimo gol stagionale. Il vantaggio biancorosso crea qualche disagio alla Salernitana, che per un quarto d'ora sten­10ta a macinare gioco. Il risveglio dei campani porta la firma di Merino: cross da destra del peruviano, sponda di testa di Ganci sul se­condo palo e incornata finale di Iunco oltre la traversa (20'). Gli ospiti sfiorano il raddoppio con Lanzafame, che angola troppo un diago­nale dopo aver letteralmente disorientato Ky­riazis (22'). In contropiede il pareggio dei gra­nata: 8 Merino imposta, pallone in area a Iun­co, assist per Ganci che supera Santoni di de­stro (25'). Per Ganci è il quarto gol nelle ulti­me tre gare.
Nella ripresa entra Di Napoli, che rileva Iunco dopo otto minuti. Re Artù impegna su­bito Santoni alla deviazione in angolo con una conclusione in mezza girata (13'). A metà fra­zione la Salernitana passa 4 ancora: angolo di Fatic, Santoni esce ma non blocca il pallone disturbato da Di Napoli, Scarpa è lì e deposi­ta la sfera in rete (22'). C'è poi il tempo per il diagonale  vincente di Di Napoli, che torna al gol dopo un mese e mezzo (30'), e per la rete di Ranocchia, che colpisce prima la traversa su calcio d'angolo e poi, sempre di testa, infi­la Pinna (37'). Mazzoleni 7 chiude la gara al no­vantesimo senza concedere recupero forse perché a bordo campo c'era già qualche tifo­so pronto ad invadere pacificamente il terre­no di gioco a caccia di magliette. Pareggian­do a Mantova la Salernitana otterrà molto probabilmente la salvezza diretta. Il Bari chiuderà la stagione al San Nicola contro il Treviso e potrà agevolmente conservare il primo posto.

 

fonte www.corrieredellosport.it pubblicato il 24-05-09 scritto da Franco Esposito

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti