Salernitana, Brini cambia la difesa Cardinale domani a Mantova gioca centrale con Fusco, Kyriazis a destra. Si blocca Fava

kyriazis fusco salernitana ROBERTO VENTRE Una difesa nuova per Mantova, per l’ultima partita di campionato Brini cambia il reparto arretrato. L’unico punto fermo è Luca Fusco, il capitano, che ha giocato anche in condizioni precarie pur di non far mancare il suo apporto nella corsa salvezza. L’altro centrale sarà Roberto Cardinale, il greco Kyriazis tornerà a destra al posto di Russo. Sulla sinistra invece dovrebbe essere confermato Fatic, una delle carte vincenti di Brini nel finale di stagione. In porta Pinna, in scadenza di contratto, all’ultima partita con la maglia della Salernitana. Novità nel reparto, intento dichiarato di non prendere gol, stavolta lo 0-0 sarebbe risultato graditissimo alla Salernitana e anche al Mantova. Occorre, quindi, grande attenzione in fase difensiva per evitare spiacevoli sorprese. Il reparto difensivo con l’arrivo in panchina di Brini ha cominciato a ritrovare le convinzioni perse con la gestione Castori quando la Salernitana perse completamente la bussola e subiva gol incredibili sia in casa che fuori. Con il nuovo allenatore marchigiano sta giocando sempre chi è più in forma, non ci sono più elementi inamovibili e i nomi contano fino ad un certo punto. E poi con una squadra più equilibrata e un maggior sostegno da parte dei centrocampisti ecco che i componenti del reparto difensivo soffrono di meno. Un altro aspetto sul quale il tecnico ha lavorato molto è quello delle palle inattive, vero e proprio limite della Salernitana di quest’anno che da calci d’angolo e calci di punizione ha preso un’enormità di reti. Ora occorre l’ultimo sforzo, massima attenzione e concentrazione a Mantova per poter tagliare il traguardo della salvezza che prima dell’arrivo di Brini in panchina sembrava realmente impossibile. Salvezza tra l’altro senza passare nemmeno dai play out, decisive in tal senso si sono rivelate le ultime tre vittorie consecutive con Avellino, Ascoli e Bari, nove punti che hanno rilanciato alla grande le chances della Salernitana nella lotta salvezza. Nel reparto difensivo, oltre al punto fermo Fusco, ha trovato quasi sempre spazio il greco Kyriazis, sia sulla destra che da centrale, uno degli acquisti estivi più indovinati e tutto sommato anche tra i pochi a salvarsi con la gestione tecnica di Castori. Difensore completo, discreto anticipo, bravo di testa e comunque affidabile anche se non rapidissimo sui primi passi. Può giocare con risultati simili sia da centrale che sulla destra, anche se sulla fascia non sempre ha convinto al massimo. La vera carta vincente di Brini è stato Fatic, nazionale under 21 del Montenegro, preso in prestito dall’Inter e scelto in prima persona dal presidente Lombardi, rimasto praticamente una stagione intera in panchina. Poi nelle ultime partite, quelle più importanti in chiave salvezza, si è ritrovato titolare ed ha sempre fornito prestazioni convincenti. NOTIZIARIO. Allenamento pomeridiano al Mancini Park Hotel di Roma per la Salernitana. L’unico problema riguarda Dino Fava: il calciatore, sul finire della seduta, ha accusato un fastidio alla coscia sinistra. Le sue condizioni sono costantemente monitorate. La Salernitana lascerà stamattina il ritiro di Roma. L’allenamento di rifinitura sarà effettuato domani pomeriggio in Lombardia. Domani a Mantova l’arbitro sarà Velotto di Grosseto, quello della semifinale play off all’Arechi contro il Genoa che fischiò un rigore dubbio ai rossoblù all’ultimo minuto della partita con i granata in vantaggio 2-0. Quest’anno ha arbitrato Salernitana-Ancona, 2-1 per i granata con un rigore ed un’espulsione a favore.

fonte ilmattino.it pubblicato il 29/05/09

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti