La Salernitana ha un pubblico da A

SALERNITANA AVELLINO Restando in serie B la Salernitana l’anno prossimo sarà la regina indiscussa del campionato. Prima per numero di presenze allo stadio in base ai dati di quest’anno: un record che conferma la passione ancora viva e pulsante dei tifosi granata, nonostante un campionato deludente e pieno di contraddizioni. Uno stimolo in più per la società di Lombardi che, senza il Bari promosso in serie A, potrà vantare la platea più vasta dalle Alpi agli Appennini.

I 22.711 spettatori presenti sabato all’Arechi per la partita contro il Bari rappresentano un dato impressionante per la serie B, soprattutto se paragonato, ad esempio, ai 7.608 tifosi che hanno seguito Lecce-Fiorentina. Mentre i salentini si giocavano la serie A, all’Arechi c’era il triplo degli spettatori per la permanenza in cadetteria.

Una forza d’urto dirompente: nelle ultime tre partite casalinghe contro Livorno, Avellino e Bari Fusco e compagni hanno potuto contare sull’apporto di oltre 65.000 persone, un dato incredibile che ha permesso alla tifoseria granata di superare anche il Parma nella media stagionale che vede il Bari al primo posto con 15.418 spettatori a partita, la Salernitana al secondo con 11.441 e, appunto, il Parma al terzo posto con 10.301 presenze.

La tifoseria di Salerno è da serie A: non è una frase scontata, lo dicono i numeri rapportati a quelli della massima serie dove il Siena ha 11.026 tifosi di media a partita, la Reggina 11.969, il Lecce 12.171, l’Atalanta 12.231, giusto per fare alcuni esempi. Facile immaginare che in serie A la Salernitana potrebbe vantare almeno il doppio degli 11.441 tifosi registrati quest’anno in un campionato di B di basso profilo.

Il record più alto di presenze si è registrato proprio in occasione della gara con il Bari (22.711) mentre contro il Cittadella c’è stato quello più basso (7.855) con appena 2.600 paganti a far compagnia ai 5.240 abbonati. C’è un patrimonio a Salerno che va custodito e valorizzato, dal quale poter costruire qualcosa di importante.

Com’era un tempo, forse a breve il pubblico tornerà ad essere una componente rilevante per una società di calcio in vista di ricavi sempre più bassi dalle tv nazionali. In questo discorso la Salernitana ha un vantaggio da sfruttare.

 

fonte http://www.salernonotizie.it/

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti