Terremoto in Abruzzo, Avvertito anche a Salerno

scossa Venti sono i morti accertati alle otto del mettino del 6 aprile, a causa del terremoto che ha colpito l’Abruzzo alle 3,30 am, nella notte tra domenica e lunedì.

La scossa, magnitudo 6,3 Richter (8 mercalli)  ha avuto l’epicentro a 95 chilometri da Roma, nella zona dell’Aquila, capoluogo della regione abruzzese.

Il terremoto è stato avvertito in gran parte dell’Italia centrale e meridionale: a Roma, con una certa forza, e poi, in base alle telefonate pervenute al quotidiano romano il Messaggero, nelle Marche, in Umbria, in Romagna:  Ravenna, Salerno, Vitorchiano, Ascoli Piceno, Napoli, Termoli, Pescara, Cave, Aprilia, Arezzo, San Benedetto del Tronto, Viterbo, Francavilla a mare, Montegranaro.  Grutti, Teramo, Pescara, Foggia, Ostia, Tivoli, Salerno.

Per tutte, la telefonata di una donna da Misano Adriatico: «Ho ondeggiato nel mio letto per mezzo minuto, mi è venuto il mal di mare».  La scossa è stata così forte che hanno subito lesioni anche edifici in cemento armato.

 

fonte blizquotidiano

0 commenti:

Posta un commento

Flash News

Post recenti